Spedizione gratuita con una spesa minima di 200€

Come e cosa integrare adeguatamente per sostenere i Mitocondri?

I mitocondri sono essenziali per il funzionamento delle cellule, agendo come le centrali energetiche che forniscono energia attraverso il processo di respirazione cellulare. Questo processo converte il glucosio in adenosina trifosfato (ATP), una molecola cruciale per il metabolismo energetico delle cellule.

Tuttavia, con l’avanzare dell’età, i mitocondri possono subire deterioramento. Questo può comportare una diminuzione dell’efficienza nella produzione di energia, che a sua volta può contribuire al processo di invecchiamento cellulare e all’insorgere di varie patologie legate all’età. Il deterioramento dei mitocondri può essere causato da diversi fattori, tra cui lo stress ossidativo, l’accumulo di danni al DNA mitocondriale e la diminuzione della capacità di riparazione cellulare.

Prendersi cura dei mitocondri può contribuire a rallentare il processo di invecchiamento cellulare e promuovere una migliore salute generale.

Disfunzione dei mitocondri e invecchiamento cellulare

La disfunzione dei mitocondri, i veri centri energetici delle cellule, gioca un ruolo cruciale nell’invecchiamento cellulare. Questi piccoli organelli dipendono da un delicato equilibrio tra i vettori del calcio e i canali anionici dipendenti dal voltaggio.

Con il passare del tempo, le cellule subiscono una serie di disfunzioni mitocondriali, portando all’accumulo di calcio nella loro matrice. Questo porta alla liberazione di fattori proapoptotici, che programmano la morte cellulare, e di radicali liberi che compromettono ulteriormente la funzione mitocondriale.

Gli studiosi hanno ormai individuato l’importanza cruciale dei mitocondri nel processo di invecchiamento, paragonandoli ai telomeri, e si sono convinti che preservare la loro salute è essenziale per contrastare gli effetti dell’età.

Per proteggere i mitocondri, è essenziale adottare una dieta bilanciata e sana, ricca di frutta, verdura, vitamine e grassi salutari, evitando cibi ad alto contenuto di grassi trans, zuccheri, sale, alcol che possono aumentare la produzione di radicali liberi.

Inoltre, l’esercizio fisico moderato è fondamentale: mentre l’attività sportiva intensa può aumentare la produzione di radicali liberi, un’esercitazione moderata stimola gli antiossidanti e rafforza il sistema immunitario.

Il nostro corpo è un sistema complesso, e ogni squilibrio può accelerare il processo di invecchiamento. Per contrastare questo processo e proteggere i mitocondri, è fondamentale adottare uno stile di vita sano, equilibrato e naturale.

Quali Sostante Naturali sono importanti per la salute dei Mitocondri?

Pirrolochinolina chinone (PQQ), conosciuta anche come metoxanina, è un cofattore essenziale per vari enzimi coinvolti nei processi di ossidoriduzione. All’interno dei mitocondri, collabora con il coenzima Q10 per sostenere la produzione di adenosina trifosfato (ATP), la valuta energetica delle cellule. La sua carenza è stata associata a diverse anomalie fisiologiche, mentre studi indicano che è un potente antiossidante, superiore alla vitamina C, capace di neutralizzare migliaia di radicali liberi, i quali possono compromettere il funzionamento dei mitocondri.

L’acido alfa-lipoico è un altro antiossidante naturale presente nei mitocondri, dove agisce come coenzima per enzimi cruciali nel metabolismo dei carboidrati e degli aminoacidi. Questo acido svolge un ruolo chiave nel mantenimento della funzionalità mitocondriale e nella produzione di ATP.

L’acetil-L-carnitina è sintetizzata nell’organismo a partire da aminoacidi essenziali ed è coinvolta nel trasporto degli acidi grassi verso i mitocondri. Qui, gli acidi grassi vengono metabolizzati per produrre energia sotto forma di ATP. Studi suggeriscono che l’acetil-L-carnitina possa aumentare il consumo di ossigeno nei mitocondri, contribuendo così al loro corretto funzionamento.

Quali integratori sono utili per i Mitocondri?

Oltre alle pratiche di vita salutari come una dieta equilibrata, l’esercizio fisico regolare, il sonno di qualità e la limitazione del consumo di tabacco, alcol e zuccheri aggiunti, molti individui scelgono di integrare la propria alimentazione con specifici integratori per sostenere la salute dei mitocondri e ritardare i segni dell’invecchiamento.

Tra questi integratori, la pirrolochinolina chinone (PQQ), l’acido alfa-lipoico e l’acetil-L-carnitina sono particolarmente rinomati per il loro ruolo nel funzionamento dei mitocondri. La PQQ è coinvolta nella produzione di energia cellulare, l’acido alfa-lipoico agisce come antiossidante e supporta il metabolismo energetico, mentre l’acetil-L-carnitina facilita il trasporto degli acidi grassi nei mitocondri per la produzione di ATP.

Alcune persone scelgono di integrare queste sostanze separatamente, mentre altre preferiscono una formula sinergica che le raggruppi insieme per potenziare i loro benefici. Questa combinazione può offrire un supporto più completo ai mitocondri, ottimizzando il loro funzionamento e aiutando a contrastare i segni dell’invecchiamento cellulare.

Reinassance. L'alleato ideale per l'energia mitocondriale

Reinassance è un integratore antiossidante progettato per promuovere la vitalità e la salute dei mitocondri, i veri motori dell’effetto anti-invecchiamento. Aumentare l’energia mitocondriale è fondamentale per rivitalizzare il corpo e contrastare gli effetti del tempo che passa.

I mitocondri, conosciuti come le “centrali energetiche” delle cellule, svolgono un ruolo cruciale nel mantenere la vitalità, la salute e la giovinezza. Reinassance è stato formulato con ingredienti specifici per favorire l’aumento dell’energia mitocondriale e promuovere il benessere complessivo dell’organismo.

Ecco come gli ingredienti chiave di Reinassance contribuiscono a promuovere l’aumento dell’energia mitocondriale:

Acido R Lipoico (100 mg): Questo potente antiossidante è considerato un’arma segreta contro il decadimento mitocondriale. Aiuta a proteggere i mitocondri dai danni ossidativi e a mantenere la loro funzionalità ottimale.
Ubiquinolo (200 mg): Conosciuto anche come coenzima Q10, il ubiquinolo è essenziale per un’energia radiosa. Supporta la produzione di ATP nei mitocondri, fornendo così l’energia necessaria per il corretto funzionamento delle cellule.
PQQ (20 mg): La pirrolochinolina chinone è nota per amplificare l’energia mitocondriale. Contribuisce a migliorare l’efficienza energetica dei mitocondri, aumentando la loro capacità di produrre energia.
Nicotinammide riboside (200 mg): Questo è il precursore del NAD, una molecola coinvolta nei processi energetici cellulari. Favorisce un’energia duratura, supportando la produzione di ATP nei mitocondri.
Grazie alla sua formulazione avanzata, Reinassance offre un supporto completo per l’aumento dell’energia mitocondriale, consentendo di raggiungere nuovi livelli di vitalità e invertire i segni dell’invecchiamento.

FONTI

https://planet-vie.ens.fr/thematiques/cellules-et-molecules/organisations-cellulaires/les-mitochondries
CUI, Hang, KONG, Yahui, et ZHANG, Hong. Oxidative stress, mitochondrial dysfunction, and aging. Journal of signal transduction, 2012, vol. 2012.
CHISTIAKOV, Dimitry A., SOBENIN, Igor A., REVIN, Victor V., et al. Mitochondrial aging and age-related dysfunction of mitochondria. BioMed research international, 2014, vol. 2014.
KONG, Yahui, TRABUCCO, Sally E., et ZHANG, Hong. Oxidative stress, mitochondrial dysfunction and the mitochondria theory of aging. Aging, 2014, vol. 39, p. 86-107.
BONNARD, Charlotte, DURAND, Annie, PEYROL, Simone, et al.Mitochondrial dysfunction results from oxidative stress in the skeletal muscle of diet-induced insulin-resistant mice. The Journal of clinical investigation, 2008, vol. 118, no 2, p. 789-800.
RUCKER, Robert, STITES, Tracy, STEINBERG, Francene, et al.Physiological importance of pyrroloquinoline quinone. Biochemistry and Molecular Biology of Vitamin B6 and Pqq-Dependent Proteins, 2000, p. 61-66.
HE, Kai, NUKADA, Hitoshi, URAKAMI, Teiji, et al.Antioxidant and pro-oxidant properties of pyrroloquinoline quinone (PQQ): implications for its function in biological systems. Biochemical pharmacology, 2003, vol. 65, no 1, p. 67-74.
PACKER, Lester, WITT, Eric H., et TRITSCHLER, Hans Jürgen. Alpha-lipoic acid as a biological antioxidant. Free radical biology and medicine, 1995, vol. 19, no 2, p. 227-250.
CHENG, Li-Ching, SU, Kuo-Hui, KOU, Yu Ru, et al.α-Lipoic acid ameliorates foam cell formation via liver X receptor α-dependent upregulation of ATP-binding cassette transporters A1 and G1. Free Radical Biology and Medicine, 2011, vol. 50, no 1, p. 47-54.

condividi l'articolo

altri articoli

Altri articoli che potrebbero interessarti:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

UN COUPON DI 50€ PER TE!

Rimani aggiornato sulle ultime novità di Arrete le Temps: iscriviti alla newsletter! Sarai il primo a scoprire le informazioni sui prodotti in arrivo e le relative promozioni lancio!

Inserisci la tua email e riceverai un coupon di 50€ da utilizzare sul primo ordine! Sarai il primo a scoprire le informazioni sui prodotti in arrivo e le relative promozioni lancio!